nuove pompe jebao rw-8 e rw-15 la riproduzione dei pesci pagliaccio come rendere i coralli più colorati guida al metodo balling rabbocco automatico dell'acqua evaporata Pacific sun hyperionr2x150w

Pacific Sun Hyperion R2x150w by Salvatore Apicerni

Dopo svariati anni in cui ho illuminato la vasca con la collaudata e super affidabile tecnologia t5, mi è venuta voglia di provare i led.
Nasco come led-scettico e prima di decidermi a fare il grande passo, ho passato mesi sia a progettarne una fai da me, sia a cercare quello che ritenessi l’optimun del momento tra quelle commerciali.
La mia scelta è stata una plafoniera della pacific sun ed esattamente il modello Hyperion R2, in cui il numero indica il numero di pannelli da 150w installati. Volendo esiste anche la versione a 5 pannelli.
La stessa si presenta con una linea pulita e semplice. Non poteva essere altrimenti, visto che sulla scocca è montato da un lato un piccolo display che riporta le informazioni sulla plafoniera, tipo potenza di funzionamento, durata del fotoperiodo ecc., dall’altro lato sono presenti i connettori per l’alimentazione, il pulsante per accedere e spegnere il display ed uno per accendere al volo la plafoniera ad una determinata potenza impostata da software.
La ritengo ben progettata ed al passo con i tempi, visto che prova a coprire un ampia gamma di frequenze che vanno dal rosso agli ultravioletti, nonché ben realizzata strutturalmente.

dalla foto si possono intravedere sia i grossi dissipatori per ogni singolo pannello, che le coppie di ventole che aiutano a mantenere veramente basse le temperature di utilizzo e che, per evitare rumore inutile, si attivano solo quando viene raggiunta una determinata temperatura.

I cavi, che corrono all’interno della stessa, sono ordinati e bloccati da fascette che permettono si di aprirla facilmente, ma anche che gli stessi non vadano a toccare i dissipatori o le ventole.


Non mi dilungo nella descrizione dei led installati ne tantomeno sul software di gestione della stessa, che permette di settarla come si preferisce, ma evidenzio quello che secondo me sono i punti forti di questo software.
Utilizzare un programma di acclimatazione, che per chi proviene da altri tipi di illuminazione come T5 o hqi, aiuta ad evitare di far saltare la vasca (personalmente con la plafoniera ci volevo giocare e non l’ho utilizzato);

Settare la potenza di alimentazione dei led,  ma, soprattutto, tramite poter agire su emissioni dei led, avendo subito idea di quali picchi stia per ricevere la vasca, ma non aumentando la potenza ed i consumi della hyperion.

Nell’immagine sottostante sono visibili gli otto canali con i tipi di led controllati e la simulazione delle frequenze coperte con i settaggi scelti.


Il software prevede inoltre altre innumerevoli possibilità di settaggio che sinceramente avendola da poco non ho ancora esplorato, nonché gli ormai immancabili ed inutili effetti speciali come temporali, nuvole e fasi lunari.


Per chi è restio ad abbandonare i t5, la pacific sun ha previsto una serie di ibride, denominate “Pandora” che, ai pannelli installati sulla mia plafoniera, unisce  4 tubi T5, inoltre ha altre plafoniere in produzione che si basano tutte sulla tecnologia “Multispectrum” e che sfruttano una nuova tecnologia a led denominata SMT è che hanno 9 canali/tipi di led diversi, presentando la peculiarità di non montare alcun tipo di led “bianco”.

Le primissime impressioni sulla plafoniera, sono state tutte più che buone.
La prima è stata puramente estetica, cioè rivedere il riverbero in vasca che mi è sempre mancato nei T5 ed invidiavo alle HQI.

Venendo a cose più concrete direi che la plafoniera copre bene. Visto che con una lunghezza di 80 cm, riesco a coprirci la mia vasca che è 120x70x50h, ma con rocciata centrale e spazio ai lati.

Sui coralli non mi esprimo, visto che per non fare casini sono partito dal 50% della potenza, però la vasca mi piace tantissimo con la nuova illuminazione e gli animali sembrano gradire, continuando a spolipare.

Eccovi qualche scatto della plafoniera montata sulla mia vasca



Ringrazio l'amico Salvatore Apicerni, per aver inaugurato questa nuova sezione del mio blog "L'angolo delle recensioni" ed invito tutti coloro i quali volessero scrivere qualcosa a contattarmi

Daniele Russo